Recensione Hyundai Kona N: divertente crossover bollente

Shenington è tecnica quanto le piste di kart. 1211 metri di difficili curve a bassa velocità, doppi vertici e tornanti, richiede pazienza abbinata a un telaio composto ed equilibrato. Non è un posto dove ti aspetteresti di testare un SUV, ma è esattamente dove stiamo attualmente guidando la nuova Kona N di Hyundai.

È una forte dichiarazione di intenti da parte dei creatori della i20 N, ma ha senso date le credenziali incentrate sul Nürburgring della N. Come la maggior parte delle auto più sportive, la Kona è stata sottoposta a 489 giri dell’Inferno Verde, mentre il suo nuovo DCT a otto velocità ha avuto un totale di 1350. Tra un giro e l’altro, l’ESC della Kona N, le sospensioni dello sterzo e le gomme sono state tutte regolate per superare i 170 angoli dell’Anello.

 

Allora, ha funzionato? Il crossover Kona, un tempo docile, ora è una vera auto N – o la N sta per “sconcertato” piuttosto che “Nürburgring”? Continua a leggere la nostra recensione della nuovissima Kona N per scoprirlo.

Beh, sembra a posto…
Le cose iniziano bene. La nostra auto è rifinita in un accattivante Sonic Blue, un tocco diverso dal Performance Blue che troverai sulla i20 e i30 N. Dotata di una nuova serie di luci e di dettagli sportivi aggiunti, la Kona N finisce per sembrare una i30 troppo gonfia N all’esterno.

Salta dentro e, a parte alcuni controlli aggiuntivi e N posti, la Kona N si sente pratica come speri. Come lo standard Kona, la maggior parte delle funzioni è controllata da un touchscreen prominente. Altre caratteristiche come ESC, sedili raffreddati/riscaldati e modalità N sono gestite da interruttori fisici reali. C’è anche un freno a mano fisico, il che è fantastico.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *